sabato, Maggio 18, 2024
18 C
Formia
18.4 C
Comune di Gaeta
17.1 C
Itri
18.4 C
Comune di Minturno
17.8 C
Spigno Saturnia

I Grafici della “Pandemia” 8 novembre 2022

Cultura

COVID-19 NON FORNIRE I DATI PER NON TURBARE I CITTADINI.
Riporto alcune considerazioni apparse il 31 ottobre 2022 sul sito del quotidiano LA STAMPA.
Secondo Nino Cartabellotta, presidente della fondazione Gimbe, “deve essere distinta la comunicazione pubblica del bollettino da quella che è una censura vera e propria dell’aggiornamento dei dati”, perché la decisione di non voler dare enfasi ai dati giornalieri, comunicando solo il bollettino settimanale, “è una decisione politica che può avere senso”, ma “il problema reale è che dal 29 di ottobre non viene aggiornato il repository che permette a ricercatori di portare avanti analisi indipendenti sull’andamento della pandemia”.
Atre considerazioni dal sito IL FATTO QUOTIDIANO (3 NOVEMBRE 2022)
La prima a denunciare la pericolosità e la poca trasparenza di questa decisione presa da governo e ministero della Salute era stata l’Associazione italiana di epidemiologia, spiegando che la mancanza dei dati grezzi ci metterà nuovamente in una condizione di svantaggio rispetto alle evoluzioni del virus e dei contagi. Un pericolo, appunto, soprattutto nel caso compaiano nuove varianti. La censura dei dati grezzi giornalieri “impedirà il monitoraggio in tempo reale che permette di anticipare il comportamento del virus, mettendoci ancora una volta in condizione di svantaggio”, ha sottolineato Cesare Cislaghi, già presidente dell’Associazione italiana di epidemiologia.
Ho pubblicato in quasi 2 anni una sessantina di grafici e non penso che questi abbiano turbato i lettori che mi seguono sul sito di RADIO FORMIA. Sperando che i dati nazionali vengano nuovamente forniti giornalmente devo far presente che la AUSL di Latina non ha interrotto la pubblicazione del bollettino giornaliero per cui almeno a livello provinciale i grafici sono aggiornati e tempestivi. Il grafico odierno pone a confronto l’andamento dei NUOVI CASI a livello nazionale con quelli provinciali. L’indice utilizzato è l’RD(t) e si nota, per le considerazioni sopra riportate, che quello relativo all’Italia si ferma con il dato del 31 ottobre mentre quello della provincia di Latina arriva al 5 novembre. Quello odierno è un caso emblematico in quanto, mentre per la nostra provincia possiamo valutare che l’epidemia è tornata in espansione ( RD(t) maggiore di 1), per l’Italia non avendo i dati non possiamo conoscere tempestivamente la situazione sanitaria. Per chi non segue abitualmente questa rubrica faccio presente che l’indice RD(t) quando supera il valore 1 (corrispondente alla linea Rossa) segnala che a livello settimanale i Nuovi Casi sono in aumento. Inoltre, a differenza del più noto indice R(t), il ritardo è di solo 3 giorni dall’ultimo bollettino. Pertanto il grafico relativo alla provincia di Latina è aggiornato con il dato fornito dalla AUSL l’ 8 novembre 2022.
Giorgio L.

Ultimi articoli