sabato, Aprile 13, 2024
18 C
Formia
18.2 C
Comune di Gaeta
17.1 C
Itri
18.1 C
Comune di Minturno
18 C
Spigno Saturnia
Giomar

I GRAFICI della PANDEMIA 6 febbraio

Cultura

“Ma siamo proprio sicuri che il giallo è il colore giusto?” Questa è la domanda che ha posto il primo febbraio il Presidente della Associazione Italiana di Epidemiologia meravigliandosi che il governo avesse attribuito il colore giallo a 16 regioni. Il dubbio nasce dalle indicazioni fornite dall’indice RDt. I media hanno sempre riportato come indicatori del contagio gli indici R0 e Rt ignorando che esiste anche l’indice RDt (replicazione diagnostica). Le caratteristiche più significative di questo indicatore sono: i dati sono certi e non dipendenti dall’anamnesi del paziente, in Germania l’RDt è l’indice utilizzato dall’Istituto Koch e i dati necessari sono accessibili a tutti. Secondo i calcoli del Presidente dell’AIE ben 13 regioni hanno un indice RDt superiore ad 1 (valore che indica l’espansione dei contagi). Che la virulenza della pandemia sia sottostimata lo si può anche dedurre dalla frase che il Report n.38 (3/2/2021) dell’Istituto Superiore di Sanità riporta nelle conclusioni: ”È fondamentale che la popolazione eviti tutte le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo abitativo che non siano strettamente necessarie e di rimanere a casa il più possibile.” L’esortazione appare eccessiva rispetto al grado di rischio (colore) attribuito alla maggior parte delle regioni. Dopo questa lunga ma necessaria introduzione commento brevemente il grafico odierno che è ovviamente quello relativo all’RDt dei residenti a Formia. Il 23 gennaio l’indice era sotto la soglia di attenzione (valore 1). Il 28 gennaio l’indice ha raggiunto un minimo a 0,5 ma è poi risalito fino a 0,79 (+ 58%). I calcoli dell’RDt (lag 7) sono stati eseguiti sui dati forniti dalla ASL di Latina con i comunicati stampa
Giorgio L.

Giomar

Ultimi articoli