sabato, Maggio 8, 2021
15.4 C
Formia
15.4 C
Comune di Gaeta
15.4 C
Itri
14.3 C
Comune di Minturno
14.3 C
Spigno Saturnia
Giomar

I GRAFICI della PANDEMIA 6 febbraio

Cultura

Lorenza Iannelli, vincitrice del concorso “Un Poster per la Pace”

La studentessa dell’Istituto Comprensivo Pasquale Mattej di Formia Lorenza Iannelli, vincitrice del concorso “Un Poster per la Pace", è stata ricevuta nel pomeriggio...

Parco Riviera di Ulisse: liberati uno Sparviere e una Civetta

Oggi 25 novembre 2020, due esemplari di Gheppio, uno Sparviere e una Civetta stanno riacquistando la libertà dopo le opportune cure ricevute presso il...

Festival “La Zampogna” on-line

Eccoci arrivati alla XXVII edizione de La Zampogna – Festival di Musica e Cultura Tradizionale che quest’anno si presenta in una forma completamente diversa,...

Minturno: Istituito il Monumento Naturale Monte d’Argento

  Istituito il Monumento Naturale Monte d’Argento   Anche Monte d’Argento, nel comune di Minturno, entra a far parte delle aree naturali gestite dal Parco regionale Riviera...

“Ma siamo proprio sicuri che il giallo è il colore giusto?” Questa è la domanda che ha posto il primo febbraio il Presidente della Associazione Italiana di Epidemiologia meravigliandosi che il governo avesse attribuito il colore giallo a 16 regioni. Il dubbio nasce dalle indicazioni fornite dall’indice RDt. I media hanno sempre riportato come indicatori del contagio gli indici R0 e Rt ignorando che esiste anche l’indice RDt (replicazione diagnostica). Le caratteristiche più significative di questo indicatore sono: i dati sono certi e non dipendenti dall’anamnesi del paziente, in Germania l’RDt è l’indice utilizzato dall’Istituto Koch e i dati necessari sono accessibili a tutti. Secondo i calcoli del Presidente dell’AIE ben 13 regioni hanno un indice RDt superiore ad 1 (valore che indica l’espansione dei contagi). Che la virulenza della pandemia sia sottostimata lo si può anche dedurre dalla frase che il Report n.38 (3/2/2021) dell’Istituto Superiore di Sanità riporta nelle conclusioni: ”È fondamentale che la popolazione eviti tutte le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo abitativo che non siano strettamente necessarie e di rimanere a casa il più possibile.” L’esortazione appare eccessiva rispetto al grado di rischio (colore) attribuito alla maggior parte delle regioni. Dopo questa lunga ma necessaria introduzione commento brevemente il grafico odierno che è ovviamente quello relativo all’RDt dei residenti a Formia. Il 23 gennaio l’indice era sotto la soglia di attenzione (valore 1). Il 28 gennaio l’indice ha raggiunto un minimo a 0,5 ma è poi risalito fino a 0,79 (+ 58%). I calcoli dell’RDt (lag 7) sono stati eseguiti sui dati forniti dalla ASL di Latina con i comunicati stampa
Giorgio L.

Giomar

Ultimi articoli

IGRAFICI della PANDEMIA 3 maggio 2021

          Recentemente ha partecipato ad un noto programma televisivo l’epidemiologa Dr. S. Salmaso. Nel corso del dibattito l’esperta ha esposto l’importanza dell’indice RD(t) per la...

I GRAFICI della PANDEMIA 5 aprile 2021

IL 21 marzo dell’anno scorso abbiamo avuto il primo picco di casi covid-19. A distanza di poco più di 12 mesi quale è...

I NUMERI della PANDEMIA 30marzo 2021

Cosa è avvenuto nei 7 comuni del sud pontino? Perché, in controtendenza rispetto alla provincia di Latina e rispetto al Lazio, i casi di...

Anticorpi Monoclonali presso l’ambulatorio dedicato al Santa Maria Goretti.

Riceviamo dalla ASL di Latina e pubblichiamo Comunicato stampa Lotta al COVID: Anticorpi Monoclonali presso l’ambulatorio dedicato al Santa Maria Goretti. Presso l’Ospedale Santa Maria Goretti di...

I GRAFICI DELLA PANDEMIA 23 marzo 2021

“Covid, lockdown duro in Germania: Merkel vuole chiudere anche i supermercati per almeno 5 giorni nella prima settimana di aprile” Questo era il titolo...