sabato, Aprile 13, 2024
18.6 C
Formia
18.7 C
Comune di Gaeta
17.7 C
Itri
18.7 C
Comune di Minturno
18.6 C
Spigno Saturnia
Giomar

I GRAFICI della PANDEMIA 22 ottobre 2021

Cultura

 

 

Il 18 ottobre terminavo il commento al grafico pubblicato con questa frase: Per ora l’Italia vanta una curva ancora in discesa sebbene, analizzando i valori delle singole regioni, di queste ben 7 nell’ultima settimana hanno avuto un numero di casi in aumento rispetto al periodo precedente. Oggi, a distanza di pochi giorni, le regioni con i casi in aumento sono 17 e soprattutto anche l’Italia vede aumentare i contagiati rispetto alla precedente settimana. Il grafico odierno mostra l’andamento dellindice RD(t) (indice di replicazione diagnostica). Ricordo, per chi non segue abitualmente questi commenti, che valori al di sopra dell’ 1 indicano che la pandemia è in espansione. L’andamento dell’indice negli ultimi giorni faceva presagire che a breve la curva avrebbe superato la linea rossa (corrispondente al numero 1). Il professore Battiston(Università di Trento) in unintervista rilasciata il 20 ottobre attribuisce l’aumento ad un elevato numero di tamponi effettuati per ottenere il Green Pass. Però già 10 giorni fa il professoreCrisanti (Università di Padova) affermava:” Oggi in Italia abbiamo 30-40 decessi al giorno e abbiamo un numero ridicolo di infezioni. Evidentemente c’è una discrepanza ingiustificabile, …..In pratica faceva notare che, in base al numero dei decessi, i casi noti di infetti era troppo basso per essere congruo rispetto a quanto si verifica negli altri stati. In sintesi la tesi è questa: più tamponi si fanno e più casi si scoprono. Certamente è vero, però un dato certo ed inconfutabile è quello degli ingressi in terapia intensiva. Questi non dipendono dal numero dei tamponi ma unicamente dalle condizioni cliniche dei pazienti. Ebbene, nell’ultima settimana, c’è stato un incremento del 16% degli ingressi in terapia intensiva rispetto al precedente periodo. La pandemia è quindi sicuramente in espansione ma ci rassicura il fatto che avviene con una base di infetti bassa. Attualmente l’incidenza settimanale per l’Italia è poco più di 33 casi ogni 100.000 abitanti. Tale valore è inferiore a 50, numero ritenuto il limite per il tracciamento efficace dei contagiati. In Italia siamo tra i primi nella lotta al coronavirus echi ci supera è grazie alla terza dose del vaccino.

Giorgio L.

Giomar

Ultimi articoli