lunedì, Settembre 27, 2021
20.9 C
Formia
21 C
Comune di Gaeta
19.9 C
Itri
21.2 C
Comune di Minturno
21.1 C
Spigno Saturnia
Giomar

Anticorpi Monoclonali presso l’ambulatorio dedicato al Santa Maria Goretti.

Cultura

Lorenza Iannelli, vincitrice del concorso “Un Poster per la Pace”

La studentessa dell’Istituto Comprensivo Pasquale Mattej di Formia Lorenza Iannelli, vincitrice del concorso “Un Poster per la Pace", è stata ricevuta nel pomeriggio...

Parco Riviera di Ulisse: liberati uno Sparviere e una Civetta

Oggi 25 novembre 2020, due esemplari di Gheppio, uno Sparviere e una Civetta stanno riacquistando la libertà dopo le opportune cure ricevute presso il...

Festival “La Zampogna” on-line

Eccoci arrivati alla XXVII edizione de La Zampogna – Festival di Musica e Cultura Tradizionale che quest’anno si presenta in una forma completamente diversa,...

Minturno: Istituito il Monumento Naturale Monte d’Argento

  Istituito il Monumento Naturale Monte d’Argento   Anche Monte d’Argento, nel comune di Minturno, entra a far parte delle aree naturali gestite dal Parco regionale Riviera...

Riceviamo dalla ASL di Latina e pubblichiamo

Comunicato stampa
Lotta al COVID: Anticorpi Monoclonali presso l’ambulatorio dedicato al Santa Maria Goretti.
Presso l’Ospedale Santa Maria Goretti di Latina, inserito tra i 13 Centri regionali autorizzati aderogare in regime di “day hospital” la terapia con monoclonali, recentemente autorizzata dall’Aifa, il 22 marzo è iniziata la somministrazione degli anticorpi monoclonali anti-SARS-CoV2. All’interno della struttura di Malattie Infettive, diretta dalla Prof.ssa Miriam Lichtner, in collaborazione con la farmacista Gabriella Bonanni è stato organizzato un ambulatorio ad hoc, coordinato dal Dott. Del Borgo, in cui i pazienti vengono valutati e sottoposti alla somministrazione degli anticorpi secondo le linee guida definite dalla Regione Lazio.
Si tratta di una terapia che offre grandi speranze ed è destinata ai pazienti covid positivi, nella fase iniziale dell’infezione, con sintomi assenti o molto scarsi, a causa di comorbidità.
Il medico di medicina generale, o il medico del DEA, individuato il paziente positivo eleggibile, compilerà e invierà, in tempi brevi, presso l’ambulatorio, una scheda, per permettere la somministrazione immediata del farmaco secondo criteri di eleggibilità correlati a comorbilità gravi e all’età del paziente.
Il trattamento richiede un tempo di circa tre ore, di cui un’ora di infusione endovenosa. Il paziente, dopo un’ora di osservazione da parte dell’equipe medico-infermieristica dedicata, viene rimandato a domicilio e seguito in telemonitoraggio per garantire una maggiore sicurezza del trattamento.
Latina, 25.03.2021

Giomar

Ultimi articoli

I GRAFICI della PANDEMIA 21 settembre 2021

Nell’ultimo bollettino (17/09/2021) dell’Istituto Superiore di Sanità,così come nei precedenti, tra le numerose statistiche viene riportata anche quella relativa alla letalità del covid-19. Purtroppo...